Skip to content

Com’è fatta una porta? Scopri le parti che la compongono e a cosa servono

Se stai cercando di capire com’è fatta una porta nella sua interezza devi sapere che questa è composta da una serie di elementi necessari per garantire non solo un corretto funzionamento, ma serve anche una bellezza estetica che permetta di rendere il prodotto finito liscio e pulito.

ferrero legno porte

Elementi interni che compongono una porta

Gli elementi interni sono rappresentati da:


1. coprifili.

I coprifili servono per nascondere gli elementi di giuntura tra il telaio fisso, il controtelaio e il muro e ti assicurano di avere a disposizione una porta senza la presenza di interruzioni.

I coprifili infatti, creano una cornice intorno al pannello della porta e possono essere tagliati a 45 gradi oppure essere perpendicolari.

A seconda del tuo gusto personale e delle tue necessità, potrai scegliere dei tradizionali coprifili in legno o optare per una soluzione più innovativa in metallo;


2. controtelaio.

Il controtelaio, detto anche falso telaio, cassa matta o opera morta, è la struttura destinata ad accogliere la porta e rappresenta il punto di connessione tra le mura e l’infisso.

Il controtelaio permette di definire in maniera precisa la misura della porta eliminando eventuali irregolarità presenti nel muro.

Oltre a questo, il falso telaio ti permette di godere del miglior isolamento termico perché evita la dispersione del calore e rende stabile la porta. In linea generale il controtelaio è realizzato in legno;


3. viti.

Le viti servono per garantire un fissaggio migliore della porta. Anche se sembrano elementi poco importanti devi valutare bene il materiale con il quale sono state realizzate poiché delle viti di buona qualità riusciranno a resistere meglio all’ossidazione, alla ruggine e servono più resistenti nonostante un utilizzo frequente e costante;


4. cerniere.

Le cerniere ti serviranno per poter aprire e chiudere la porta. Nel mercato esistono diversi modelli di cerniera tra i quali scegliere: se ami strutture lisce e senza elementi di giunzione dovresti optare per delle cerniere a scomparsa, altrimenti sono disponibili dei modelli visibili.

Hai inoltre la possibilità di scegliere delle cerniere reversibili per decidere il senso di apertura, se esterno o interno;


5. guarnizioni.

Le guarnizioni assolvono a due importanti funzioni: garantire una buona insonorizzazione dell’ambiente e l’isolamento termico, oltre che permettere di ammortizzare gli urti in fase di chiusura.

Le guarnizioni sono in materiale elastico, sia esso gomma o PVC e, per il montaggio che in genere avviene nella battuta interna del telaio, non necessitano di collanti.

Elementi esterni che compongono una porta

Gli elementi esterni che compongono la struttura porta sono:


1. anta.

L’anta rappresenta la porta in senso stretto e viene fissata al telaio mediante le cerniere.

L’anta è l’elemento mobile del serramento e in genere è tamburata, ossia caratterizzata da una struttura esterna listellare e da un interno alveolare.

La superficie deve essere ricoperta da uno strato di laminato che serve per proteggere la struttura dall’umidità;


2. telaio fisso.

Il telaio fisso è composto da profili verticali, ossia montanti e da un profilo orizzontale posto nella parte superiore definito traverso;


3. maniglia.

La maniglia, infine, è l’elemento che ti permetterà di aprire e chiudere la porta e viene fissata nell’anta tramite viti.

In commercio esistono diverse finiture di maniglie che si differenziano tra loro per materiale utilizzato e colorazioni.

struttura porta
struttura porta scorrevole

Tipologie di porte

A seconda dello stile della tua abitazione e degli spazi a disposizione potrai scegliere tra diverse tipologie di porte.

Devi comunque sapere che le dimensioni di questi serramenti di solito è standard, la larghezza è 80 centimetri circa, mentre l’altezza è in genere 210. T

uttavia esistono soluzioni che ti permetteranno di inserire delle porte anche in spazi meno ampi scegliendo delle strutture di 70 centimetri per la larghezza e 200 centimetri per l’altezza, oppure puoi richiedere una costruzione su misura quando è possibile.


Se sei un amante del classico e della tradizione dovresti optare per una porta a battente composta da una o da due ante collegate a un telaio fisso.

Prima dell’installazione scegli il senso di apertura, se interno o esterno e se a sinistra o destra.


Se preferisci invece una soluzione più innovativa e meno ingombrante potresti pensare di dotarti di porte a libro o porte scorrevoli. Entrambe ti permetteranno di ottimizzare lo spazio che non sarà invaso dall’anta nel momento dell’apertura e della chiusura.


La porta a libro è composta da due pannelli che si sovrappongono tra loro quando, grazie a delle apposite cerniere che suddividono il telaio in due ante asimmetriche o simmetriche, ti troverai a dover aprire la porta.

A seconda delle tue necessità potrai scegliere la grandezza delle ante, quelle asimmetriche presentano due pannelli di dimensioni diverse, mentre quelle simmetriche due pannelli di egual misura. Potrai inoltre decidere il senso di apertura come per le porte a battente.


La porta scorrevole ti permette di ottimizzare lo spazio ancora meglio poiché l’anta scorre in maniera orizzontale. La struttura a porta scorrevole è diversa nel caso in cui si scelgano delle soluzioni a scomparsa o visibili. Nel primo caso dovrà essere predisposto un telaio all’interno della parete che accoglierà la porta nel momento in cui la stessa verrà aperta, a differenza della soluzione visibile dove invece l’anta si sposta senza scomparire.


Se vuoi che la tua abitazione sia caratterizzata da elevata modernità dovresti invece optare per una porta filo muro perfettamente integrata nella parete.

In questa tipologia di porta il telaio è integrato nel muro e quindi non è visibile mentre l’anta si presenta a filo muro.

Oltre alla tipologia di apertura ci sono porte che si distinguono per il materiale con il quale sono state realizzate.

Una soluzione elegante e raffinata è rappresentata dalle porte in vetro che presentano delle ante in cristallo molto utili per dare una maggiore luminosità a una stanza particolarmente buia.

Condividi
Scroll To Top