Quando è il momento di cambiare le finestre di casa e per quale motivo?

Nella vita di tutti i giorni si è presi da mille impegni che ci distraggono da cose che, con un pò di accortezza, meriterebbero invece più attenzione.

Ci si affanna a comprare vestiti per cambiare look, la macchina che comincia a dare segni di usura, oppure gli elettrodomestici che usiamo ogni giorno.


Eppure è la casa la cosa più importante dove passiamo la maggior parte delle nostre giornate e del nostro tempo e che spesso trascuriamo, come ad esempio i nostri serramenti...

quando cambiare gli infissi

Perché cambiare gli infissi?

I serramenti costituiscono una parte fondamentale di una abitazione: sono le finestre che ti consentono di guardare il mondo esterno, proteggendoti nello stesso tempo dagli elementi, dalle intemperie e dai rumori spesso molesti.

La non corretta chiusura della finestra è un chiaro segno che ti suggerisce un cambiamento: puoi ben immaginare di quanto questo serramento, oltre alla porta, ti protegga da incursioni di malintenzionati e da tentativi di effrazione.

Ma vi sono altri segnali che devi tenere in considerazione per valutare lo stato di salute dei tuoi infissi.

L’età degli infissi

cambiare infissi vecchiIl più delle volte le tue finestre si presentano ancora esteticamente piacevoli e moderne, nonostante non siano più così efficienti come in passato.

Se ti stai chiedendo quando è il momento di cambiare le finestre, ebbene esistono segnali inequivocabili che ti parleranno della salute dei tuoi infissi.

La prima valutazione che devi fare è da quanto tempo vivi nella stessa casa: solitamente una finestra ottimamente costruita e montata ha una vita lunga, devi però ricordare che in passato i serramenti erano costruiti senza le moderne tecnologie che rendono oggi una finestra durevole nel tempo, dunque si può ragionevolmente pensare che se la casa ha qualche anno di vissuto, una finestra può essere considerata non più efficiente e quindi da cambiare.

Muffe e umidità

muffa vicino finestraUn altro campanello d’allarme che ti segnalerà l’inequivocabile usura dei serramenti è la presenza sui vetri degli stessi di umidità e di condensa: quest’ultima si forma quando l’aria fredda proveniente dall’esterno si scontra con quella calda presente all’interno dell’appartamento.

Questo incontro avviene presso la barriera tra i due ambienti, cioè il vetro della finestra che, intorno ad una temperatura che si aggira intorno ai 13°, si bagna di rugiada.

Queste sono le condizioni ideali per la formazione di muffa sulle pareti adiacenti al pannello dei serramenti oppure sulle stesse guarnizioni.

Meno spifferi più risparmio

Una finestra è da cambiare quando nonostante appare ben chiusa, senti una leggera corrente passarvi attraverso tenendo una mano in prossimità dei lati del telaio.

Si tratta di quegli odiati spifferi legati all’usura delle guarnizioni oppure ad un montaggio dei serramenti fatto in passato e non propriamente ad arte.


In tal caso il cambio delle finestre si rivela urgente, per tutelare la tua salute in un luogo come la tua casa che dovrebbe proteggerti e non metterti in pericolo.

Un fattore importante che devi considerare sono i consumi energetici: d’inverno o d’estate impieghi condizionatori, stufe o termosifoni per raffreddare o riscaldare gli ambienti della tua abitazione.

Gli spifferi di aria calda o fredda compromettono la temperatura interna della casa, spingendoti ad aumentare lo spreco energetico per riscaldarti o rinfrescarti.

Una finestra nuova potrà dunque anche costarti, ma il prezzo potrai ammortizzarlo non solo con eventuali detrazioni fiscali a favore di tutti coloro che apportano miglioramenti strutturali alla propria abitazione, ma anche con un sensibile risparmio sulle bollette, che può arrivare anche al 30%.

Leggi anche come risparmiare su luce e gas

Disturbo della quiete

L’inquinamento acustico affligge ormai ogni centro urbano, ma se affligge anche te al chiuso della tua casa allora vuol dire che le tue finestre non svolgono più la loro funzione.

Urla per strada, sirene, musica molesta, clacson delle macchine: sono tutti suoni che disturbano la quiete della tua casa.

Vuol dire che le guarnizioni sono consumate o che magari le tue finestre non hanno mai avuto la capacità di contenere l’inquinamento acustico.

Quale motivo migliore per godere anche tu delle più moderne tecnologie nella costruzione dei nuovi serramenti, per fare della tua casa un nido estraniato dal mondo esterno. 

Uno sguardo ai vetri

Osserva non solo i telai degli infissi, ma anche i vetri: se noti graffi, scheggiature oppure crepe significa che hanno subito uno sbalzo termico oppure uno shock termico.

Vuol dire che il vetro è già danneggiato e il trascorrere del tempo potrebbe solo aggravare la situazione.

I parametri dei nuovi serramenti

Se dunque hai accertato l’usura delle tue finestre e stai per acquistare nuovi modelli, non devi considerare il solo aspetto estetico, comunque importante per rendere piacevoli gli ambienti della tua casa che vivi 24 ore su 24.

Assicurati infatti che i vetri siano basso-emissivi e termo-isolanti, con la capacità dunque di trattenere il calore interno della casa senza disperderlo all’esterno, impedendo dunque il passaggio di vento e aria fredda dall’esterno.

Importante è quindi il valore UW degli infissi, indice che misura la trasmittanza termica cioè il flusso di aria calda che passa attraverso la finestra.

Condividi